Cane vagante a San Marino Città: facciamo il punto

cane_citt_4.jpg

San Marino 6 febbraio 2018 - Torniamo ancora sul caso del cane vagante a San Marino Città, considerando gli ultimi sviluppi sulla vicenda. Sappiamo con certezza che il cane sta bene, è stato visto persino giocare con la neve, e che trova rifugio prevalentemente nei pressi di un paio di abitazioni. Purtroppo i proprietari di una di queste, trovandolo che dormiva nel loro garage, hanno prematuramente cercato di fermarlo inseguendolo, ottenendo come risultato la sua fuga e il probabile allontanamento definitivo da quella abitazione! A questo punto è certo che il cane stia cercando di insediarsi laddove si sente più sicuro, continuando però ad evitare il contatto diretto con le persone. L’APAS, alla luce degli ultimi sviluppi ribadisce di lasciare in pace il cane, di non inseguirlo quando lo si vede, di evitare di spiarlo durante le serate, come invece sappiamo per certo accadere. Il cane sa gestirsi, conosce a perfezione la zona dove ha scelto di vivere, va a nutrirsi in punti a lui ormai noti e cosa più importante sta cercando di scegliere un luogo in cui stabilirsi. Questa sua scelta va incoraggiata semplicemente ignorandolo, senza cercare di avvicinarlo a tutti i costi e tanto più di braccarlo.

Coloro che avranno il privilegio di vederlo sempre più spesso nei pressi della propria casa o addirittura nel garage/giardino/cortile, sono pregati vivamente di lasciarlo stare, invogliandolo piuttosto a fermarsi con buon cibo e un giaciglio comodo. Questo è il momento di evitare inutili polemiche sui social, di fare un passo indietro, abbandonando l’idea di catturarlo contro la sua volontà ma aspettando che sia lui a decidere quando lasciarsi avvicinare. I volontari dell’APAS resteranno a disposizione per ricevere segnalazioni riguardo all’eventualità che il cane si avvicini con maggiore frequenza presso certe abitazioni, cosa che, con pazienza, potrebbe alla fine portare al suo recupero. Siamo contattabili ai seguenti numeri di cellulare: 366 7302066 - 366 2104096 - Con messaggi privati sulla pagina Fb e scrivendo a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Grazie a tutti per la collaborazione.


Segnala questo articolo sui Social Networks
Google! Facebook! Twitter!

Una storia di cuore

Pubblicità progresso